REPORT DI RICERCA

In breve

In breve

  • Molti leader stanno cambiando in modo incrementale le Operations, intese come l'insieme di processi, sistemi Core e servizi essenziali per l'impresa.
  •  Tuttavia molti incontrano difficoltà a incidere realmente sul loro funzionamento e a ottenere benefici di scalabilità e rapidità di esecuzione.
  • Dalla nostra ricerca emerge una correlazione tra "Intelligent Operations" abilitate dalla tecnologia e l'aumento della profittabilità dell’azienda.
  • Se le aziende raggiungessero il livello di maturità "Future Ready", questo impatterebbe sulla profittabilità per 5,4 trilioni di $.


Lo sprint verso "Future Ready"

In che modo le organizzazioni possono creare nuovo valore per il loro business, rapidamente e su vasta scala? La nostra ricerca indica che un livello crescente di maturità nella gestione delle Operations ha un impatto positivo su efficienza e profittabilità. È il momento di assumere consapevolezza del proprio posizionamento e accelerare.

Nel 2020, abbiamo svolto un'indagine su più di 1.100 C-level in 11 Paesi e 13 settori di mercato per comprendere il collegamento fra maturità delle business operations e le performance aziendali.

Abbiamo così identificato quattro livelli di maturità delle Operations: stabile, efficiente, predittivo e future-ready. Ciascuno dei 4 livelli si fonda su un insieme di soluzioni tecnologiche, processi e insights ad impatto crescente.

Abbiamo rilevato che:

  • Con un solo passaggio di livello, da predittivo a future-ready, si ottiene un aumento di profittabilità di 5,8 punti percentuali e una crescita di efficienza del 18,8%.
  • Le organizzazioni che nel 2019 sono salite di livello hanno avuto in media un aumento di efficienza del 7,6% (misurata come minore incidenza dei costi operativi sul fatturato) e 2,3 punti percentuali in più di profittabilità (EBITDA misurato percentualmente sui ricavi).
  • Ma essere future-ready porta anche altri benefici. Le organizzazioni che nel 2019 sono passate dal livello stabile o efficiente al livello future-ready hanno visto crescere la loro efficienza operativa di 2,1 volte e la loro profittabilità di 4,1 volte rispetto ad aziende simili che avevano fatto meno progressi in termini di maturità operativa.
Grafico che illustra i quattro step necessari per abilitare un modello operativo future-ready

Fare la scelta giusta

Solo una piccola percentuale degli intervistati (7%) rientra nella categoria “future-ready”. E gli altri? In che modo possono raggiungerli?

Il percorso per diventare future-ready non è necessariamente lineare. Un'organizzazione che rientra nella categoria “stabile” può anche passare direttamente a quella “future-ready”.

La trasformazione in Intelligent Operations passa attraverso un ripensamento strategico del proprio modello operativo fondato sulla piena sintonia fra persone, tecnologia e processi.

Ecco tre cose che bisogna sapere per diventare future-ready.

  1. Conoscere l'obiettivo finale

    Le organizzazioni affrontano l'evoluzione delle Operations attraverso un approccio "incrementale". Quelle future-ready hanno una visione olistica e hanno ben presente l'obiettivo finale. Quindi valutano e intraprendono profondi progetti di cambiamento per colmare il divario fra le loro aspirazioni e la realtà (cosa che secondo il nostro studio non tutti fanno).

  2. Conoscere gli step fondamentali

    Passaggi specifici tra un livello di maturità e il successivo non si possono eludere. Eccone tre cruciali:

    • Automatizzare su scala. Entro il 2023, si stima che sarà quintuplicato il numero di C-Level rispetto ad oggi con l'aspettativa di gestire le Operations attraverso processi digitalizzati end-to-end. Tuttavia due terzi dei nostri intervistati dubitano di poter raggiungere questo obiettivo nel medesimo arco temporale.
    • Potenziare il talento umano con la tecnologia. Promuovendo una forza lavoro uomo+macchina in cui è la tecnologia ad essere al servizio delle persone e non viceversa, le organizzazioni possono distribuire il lavoro in modo da raggiungere i propri obiettivi di efficienza. In questo modo le persone potranno dedicarsi a compiti a maggior valore aggiunto che richiedono un pensiero critico, il modo migliore per identificare nuove fonti di valore.
    • Affidarsi a un processo decisionale data-driven. Con l'uso di dati diversificati (strutturati e non strutturati, interni ed esterni, organizzati a silos o già secondo una Value Chain) e l'incremento della loro qualità, gli executive potranno combinarli in mix ideale di analisi e intuito realizzando un ciclo di feedback continuo. In passato ci sarebbero voluti almeno tre anni per salire anche solo al livello immediatamente superiore di maturità delle Operations. Ora però compiere progressi è molto più semplice e veloce grazie al cloud e alla sua capacità di potenziare dati e analytics. Con i servizi cloud attuali, le organizzazioni possono utilizzare hardware e software secondo un modello pay-per-use, modulando continuamente le loro esigenze di utilizzo di risorse virtuali.
  3. Come scalare il proprio livello di maturità

    Per essere future-ready serve un modello operativo flessibile, una combinazione ottimizzata di team multidisciplinari e tecnologie on demand che forniranno Business Outcome eccellenti solo funzionando in un ampio ecosistema di partner.

    Le partnership con l'ecosistema portano competenze complementari e dati diversificati che favoriscono un'evoluzione continua invece di miglioramenti una tantum, spinti da un'ottica meramente progettuale.

    Offrono accesso a tecnologie avanzate quali Intelligenza Artificiale e blockchain. I modelli di partnership, ancorati ad una visione condivisa e a condizioni commerciali reciprocamente vantaggiose, aiutano a realizzare valore trasformativo ed esperienze.

Intelligenza, performance, velocità

Il percorso per diventare future-ready con le intelligent Operations non è semplice. E non esiste un'unica ricetta.

Il momento di evolvere verso le intelligent Operations è arrivato. Esiste l'opportunità di avere un percorso facilitato superando un approccio incrementale. Si possono utilizzare dati diversificati e di alta qualità per ottenere più insight. L'automazione può essere scalata attraverso la combinazione ideale uomo+macchina. Il cloud può essere messo al centro del proprio modello. E infine la collaborazione con l'ecosistema consente all'azienda di diventare più agile e resiliente.

La nostra ricerca ha dimostrato che se acceleri il viaggio puoi trasformare le Operations in un vero catalizzatore di vantaggio competitivo. Inoltre, lungo il percorso, puoi elevare la qualità delle tue decisioni aziendali per realizzare valore e crescita in modo tangibile, sostenibile e trasformativo.

Manish Sharma

Group Chief Executive – Operations


Kaushal Mody

Growth and Strategy Lead, Accenture Operations

ALTRI ARTICOLI SU QUESTO TEMA

Essere preparati fa la differenza
COVID-19: Continuità nella crisi

Elementi essenziali

Lettura approfondita

30 minuti di lettura

Report completo

Una nuova ricerca dimostra che le intelligent operations fanno aumentare redditività ed efficienza.

LEGGI IL REPORT COMPLETO

Lettura breve

Infografica

5 minuti di lettura

Come essere più veloci, più intelligenti, più performanti.

APRI

SlideShare

5 minuti di lettura

Come elevare la qualità delle decisioni aziendali e cambiare le modalità di svolgimento del lavoro.

CENTRO ISCRIZIONI
Resta informato con la nostra Newsletter (in inglese) Resta informato con la nostra Newsletter (in inglese)