REPORT DI RICERCA

In breve

In breve

  • Oggi le aziende competono per la creazione di piattaforme di nuova generazione tese a raggiungere nuovi clienti, innovare l'offerta e accelerare la crescita del business, ma il successo non è garantito.
  • Poiché il valore di business delle piattaforme è generato in modo differente, esso deve essere misurato in modo altrettanto diverso, il che rende fondamentale il raggiungimento di una massa critica per la piattaforma.
  • Il successo o il fallimento delle piattaforme dipende da tale massa critica, ovvero dalla densità di clienti e venditori che ne sostengono l’adozione.
  • La chiave di tale massa critica è il co-platforming, che integra e co-ingegnerizza piattaforme interconnesse al fine di massimizzarne il valore commerciale, tecnologico e dei dati.


Oggi le aziende di tutti i settori ambiscono alla creazione di un modello di business basato su una piattaforma che consenta di raggiungere i clienti, innovare velocemente la value proposition e accelerare la propria crescita, ma il successo non è garantito.

Per avere successo è necessario comprendere le logiche sottostanti la creazione del valore che proviene dalle piattaforme business-to-business (B2B) e business-to-consumer (B2C). Non è un semplice scambio di valore one-to-one che definisce i modelli tradizionali di prodotti e servizi. Le piattaforme di successo di oggi generano valore per i clienti e diventano insostituibili operando in spazi prima inesplorati.

I modelli di business basati sulle piattaforme consentono di esplorare nuovi spazi e di generare valore rispondendo a esigenze complesse o specifiche. Le soluzioni richiedono uno sforzo congiunto e il co-platforming è il mezzo per raggiungere tale fine.

"Nell’era degli ecosistemi, il co-platforming rappresenta un fattore critico di successo in grado di accelerare, con un modello collaborativo, la crescita del business di tutti gli attori coinvolti"

Paolo Baile

Managing Director – Industry Comms & Media Strategy & Consulting Lead

La massa critica

Nonostante la grande attenzione mediatica intorno alle piattaforme, si registrano numerosi casi di fallimento sul mercato. Il rischio è il medesimo: le aziende creano piattaforme che non raggiungono la giusta massa critica, ossia una densità di clienti e venditori tale da sostenere il modello di business della piattaforma stessa.

Le piattaforme che raggiungono la massa critica consentono ai clienti di risolvere i problemi, sono guidate dall'esperienza dei clienti e offrono una user experience semplice e intuitiva. L'unico modo per creare queste piattaforme è tramite un approccio incentrato sul cliente, in cui i modelli di business e le strategie di monetizzazione sono perfettamente radicati in ciò di cui i clienti hanno bisogno, il che spesso significa spingere il business in spazi inesplorati.

Non si va più avanti da soli

Il co-platforming è la strategia di piattaforma di prossima generazione. Si tratta dell'integrazione e della co-ingegnerizzazione di piattaforme interconnesse attraverso uno sviluppo open stack o sandbox al fine di massimizzare in modo sinergico il valore complessivo di business, delle tecnologie adottate e dei dati utilizzati.

Qual è il valore del co-platforming? Questo approccio offre inter-connettività negli ecosistemi e l’accesso a nuovi dati, clienti e mercati. Lo sviluppo è più efficiente e meno costoso. Il co-platforming consente di lanciare nuovi servizi e prodotti in modo più rapido e di creare modelli di business innovativi. È inoltre un acceleratore per il raggiungimento della massa critica di piattaforma.



Quando 1 + 1 = 1.000

Il co-platforming è collaborativo, non competitivo. Genera valore in modo incrementale oltre i confini dell'azienda. Rappresenta una nuova equazione del valore dove 1 + 1 = 1.000. Nelle piattaforme di successo, infatti, non sono solo i fornitori delle piattaforme a registrare un valore esponenziale, ma tutti gli stakeholders coinvolti.

Nel co-platforming il valore si misura in modo differente. Oltre ai soliti indicatori, quali redditività, elasticità e scalabilità, la misura del valore generato sta nella massa critica della piattaforma. Essa dipende dalla volontà dei clienti di pagare un premium price per i prodotti e i servizi offerti, pur essendo disponibili delle opzioni alternative a basso costo.

"Remotizzazione e digitalizzazione di industrie e pubblica amministrazione elimineranno molte delle barriere che oggi limitano la convergenza tra settori e il co-platforming."

Goffredo Amodio

Managing Director – Accenture Strategy

Potenziare la performance delle piattaforme

Le aziende che adottano un approccio ponderato e dettato dalla strategia hanno maggiori probabilità di avere successo attraverso il co-platforming e di generare nuovo valore. Il successo è determinato da vari fattori:

Puntare alla massa critica

Reinventare costantemente la value proposition per fare in modo che la piattaforma generi valore aggiunto per i clienti.

Gestire l’ecosistema

Orchestrare una costellazione di componenti, tra cui sicurezza, esperienza del cliente, modularità e governance con i partner.

Mantenere una visione a lungo termine

Evitare la tentazione di abbandonare troppo presto una piattaforma qualora inizialmente non susciti interesse sul mercato.

Visualizza tutto

Frederic Brunier

Managing Director – Accenture Strategy


Christian Kelly

Managing Director – Accenture Strategy


Thanos Malevitis

Managing Director – Accenture Strategy


Aditya Shah

Senior Manager – Accenture Strategy

ALTRI ARTICOLI SU QUESTO TEMA

Il TMO non è un semplice lifting del PMO
Intonazione perfetta: accordare le M&A nel settore software
Architettare la supply chain del 2025

CENTRO ISCRIZIONI
Resta informato con la nostra Newsletter (in inglese) Resta informato con la nostra Newsletter (in inglese)