Skip to main content Skip to Footer

CASI DI SUCCESSO DEI CLIENTI


I Paesi Baschi: La risposta all'aumento dell'incidenza delle cronicità

La trasformazione della sanità pubblica grazie alla tecnologia innovativa

Introduzione

Come parte integrante della strategia per la trasformazione del sistema sanitario dei Paesi Baschi, Accenture ha collaborato nell’ambito di due progetti chiave, fornendo, da un lato, i servizi di project management insieme a tutto il supporto tecnico necessario per la realizzazione di un centro di servizi sanitari multicanale, studiato per consentire l’accesso alle cure attraverso una serie di canali di comunicazione innovativi, e, dall’altro, ha aiutato i Paesi Baschi a costruire “TeKi”, un sistema atto a monitorare da remoto lo stato di salute dei pazienti più anziani.

La sfida di business

La realtà è che i pazienti che soffrono di malattie croniche sono spesso oggetto di minore attenzione da parte dei sistemi sanitari, i quali tendono ad essere per natura reattivi e, quindi, maggiormente focalizzati sui pazienti che presentano i sintomi acuti della loro condizione. Oggi, nei Paesi Baschi, l’80% delle interazioni che si registrano tra i pazienti ed il sistema sanitario nazionale riguardano le malattie croniche – che consumano circa il 77% del budget totale della sanità. I pazienti che accusano più di una malattia di tipo cronico costano al sistema sei volte di più di coloro affetti da una sola malattia cronica e, guardando i costi attuali, la spesa sanitaria è destinata a raddoppiare entro il 2020.

Per la sua cura, la malattia cronica richiede un altro tipo di soluzione. Un approccio alla gestione della salute che utilizzi le tecnologie innovative che sia in grado di offrire cure continue durante tutto l’arco della vita dell’assistito, potenzialmente evitandone i ricoveri ospedalieri non necessari e quindi riducendo i costi dell’intero programma di cura. Una delle sfide maggiori è quella di aumentare il tasso di efficienza dell’équipe dei medici responsabili per le cure ed a tal proposito, è bene tenere presente che molti tipi di visite di controllo possono essere effettuate da remoto.

Come siamo intervenuti

Un centro multicanale risponde alle tipologie di richieste di approfondimenti in materia di salute che non richiedano al cittadino di recarsi ad un centro di servizi sanitari, consentendo così una riduzione notevole nei costi delle cure erogate ed una maggiore flessibilità per i medici curanti. In più, tale soluzione rende più agevole l’accesso al sistema sanitario da parte dei pazienti, mettendo loro a disposizione una più ampia gamma di canali di accesso. Permette, inoltre, di recuperare in termini di efficienza, grazie all’automazione di una serie di processi, precedentemente frammentati e manuali, fra cui la prenotazione delle visite nonché la gestione dei farmaci prescritti, dei consigli dietetici indicati e del regime di esercizio fisico stabilito.

La soluzione TeKi sfrutta la tecnologia Microsoft originariamente progettata per il settore dei giochi interattivi per monitorare e gestire i regimi di cura indicati ai pazienti più anziani. Tutti i pazienti che utilizzano TeKi vengono monitorati da remoto dal centro di servizi multicanale. Sia il centro di servizi multicanale, sia TeKi, migliorano l’accesso e l’universalità dei servizi sanitari grazie all’adozione dell’ICT e della telemedicina.

Risultati

Queste soluzioni sono altamente innovative, anche se paragonate a ciò che avviene su scala mondiale. Sebbene la diminuzione nel tasso delle visite tradizionali “faccia a faccia” tra paziente e medico richiederà ancora qualche anno prima di consolidarsi come abitudine acquisita, tale riduzione è già di fatto una realtà.

Il supporto fornito da Accenture ha contribuito direttamente alla realizzazione di molteplici benefici chiave, fra cui:

  • circa il 18% del totale delle interazioni tra paziente e medico di base ormai avviene telefonicamente;

  • anno 2011, il numero totale delle interazioni telefoniche è aumentato del 60%, con un corrispondente passaggio dal 10% al 16% del numero totale delle consulenze fornite;

  • Fra i pazienti che nel 2011 hanno fissato i loro appuntamenti tramite internet, il 43,39% si è dichiarato altamente soddisfatto, il 52,45% si riteneva soddisfatto mentre soltanto il 4,16% si reputava insoddisfatto.

Come colonne portanti di una serie di iniziative di più ampio respiro volte a gestire meglio la sfida posta dalle malattie croniche nei Paesi Baschi, i progetti descritti poc’anzi hanno anche contribuito a generare i seguenti benefici:

  • Quasi 4.000 app per iPhone e Android sono state scaricate da parte degli utenti, permettendo loro di ricevere tramite dispositivi mobili non solo la conferma dei loro appuntamenti, ma anche consigli medici e accesso alle proprie cartelle cliniche elettroniche.

  • Nell’arco degli ultimi 12 mesi, il centro di servizi sanitari multicanale ha gestito oltre 100.000 chiamate con richieste per consigli medici.

  • Senza aver effettuato alcuna iniziativa di marketing, si sono registrati 9.000 accessi alle cartelle cliniche elettroniche nei primi due giorni successivi all’annuncio al pubblico dell’avvio del nuovo servizio.

  • Un incremento del 162% nel numero delle visite al nuovo portale web.