Skip to main content Skip to Footer

CLIENT CASE STUDY


PORTALA
A FARE
UN TEST CON
UN TOUCH

BMW ANTICIPA LA CONCORRENZA
PRESENTANDO LA PRIMA
APP DI REALTÀ AUMENTATA
IMMERSIVA NEL MONDO
DELL’AUTOMOBILE.

IL MODO DI
ACQUISTARE UN’AUTO
STA PER CAMBIARE

BMW

Per aiutare BMW a rivoluzionare l’esperienza d’acquisto di un’auto, Accenture ha creato BMW i Visualizer, una soluzione di realtà aumentata che aiuterà BMW a vendere i suoi modelli, a conquistare i clienti più esperti di tecnologia e a portare i concessionari dai clienti. Questo nuovo approccio immersivo sta trasformando il modo in cui i clienti scelgono, configurano e prendono le loro decisioni d’acquisto, permettendo loro di vedere una versione virtuale dell’automobile a grandezza naturale e interagire con essa attraverso un’app.

BMW

Utilizzando la tecnologia a sensori integrati, il tracciamento del movimento, la mappatura dell’ambiente circostante e la percezione della profondità che caratterizzano la soluzione Tango di Google, questa app permette ai potenziali acquirenti di configurare ed esplorare una vettura a grandezza naturale, ovunque e in qualunque momento. Gli utenti possono selezionare il colore della carrozzeria e i cerchi che preferiscono, nonché apportare modifiche agli interni, realistici e dettagliati. Possono perfino accendere le luci e la radio, creando così un’esperienza d’acquisto totalmente immersiva.

IN AUTO,
NEL FUTURO

Nel mercato digitale di oggi, realizzare automobili all’avanguardia non garantisce più ai costruttori il mantenimento di un vantaggio competitivo: i clienti più esperti di tecnologia vogliono anche una customer experience innovativa. I limiti della tecnologia avevano reso fino a oggi impossibile l’esplorazione online di un prodotto complesso e costoso come un’automobile, ma oggi la realtà aumentata sta cambiando le cose. Come parte del suo programma strategico per il retail, BMW ha deciso di collaborare con Accenture e Google per realizzare un’esperienza d’acquisto di auto completamente nuova.

BMW

INNOVAZIONE
IN PRIMO PIANO

L’idea del primo Augmented Reality Car Visualiser è nata durante un workshop BMW presso l’Accenture Innovation Center. Durante questo meeting creativo, BMW e Accenture hanno discusso approcci innovativi per digitalizzare la customer experience partendo da BMW i, il brand dedicato ai veicoli elettrici e ibridi. Il team ha utilizzato la realtà aumentata per sviluppare potenziali scenari d’utilizzo allineati all’agenda strategica aziendale: essere leader nella mobilità individuale.

DOWNLOAD VIDEO TRANSCRIPT [PDF]

Accenture ha collaborato con BMW, realizzando in soli tre mesi una versione pilota del Visualiser funzionante e testabile. Per sviluppare i prototipi del modello da città BMW i3 e della sportiva BMW i8, sono stati utilizzati i dati dei modelli 3D delle auto e la tecnologia di realtà aumentata Tango di Google. L’app è stata inizialmente testata presso concessionari selezionati in 11 Paesi. Capacità di visualizzazione avanzate, elaborazione delle immagini, sensori di visione, tracciatori del movimento, mappatura dell’ambiente circostante e percezione della profondità: Tango può farvi muovere, navigare e percepire in uno spazio a 360°. Ciò permette ai potenziali clienti di vedere e configurare un’auto virtuale a grandezza naturale, camminarci intorno e guardarci dentro.

BMW

Gli addetti alla vendita possono utilizzare l’app nello showroom, mentre i clienti interessati possono scaricarla da Google Play per visualizzare le configurazioni possibili. Caratteristiche come lo stile degli interni, il colore della carrozzeria e i cerchi delle ruote possono essere modificate con un semplice tocco sullo schermo. I clienti possono vedere come appare l’auto parcheggiata nel garage di casa, e addirittura aprire il bagagliaio e le portiere per “entrare” nel veicolo e dare un’occhiata più attenta agli interni. Una volta completata la visualizzazione, i clienti possono condividere il tutto via e-mail e sui social media – ovviamente anche con i punti vendita BMW i.

“Durante i nostri test iniziali, vedevamo le persone abbassare la testa quando ‘entravano’ nell’auto, come se dovessero veramente evitare il tettuccio. Questo è il livello di dettaglio della tecnologia: il cliente ottiene davvero un valore aggiunto”.

Andrea Castronovo 
BMW Group Vice President
Sales Strategy and Future Retail

DAL CONCESSIONARIO AL GARAGE

Essendo uno tra i primi costruttori al mondo a lanciare un’app che offre un’esperienza di realtà aumentata in 3D grazie all’i Visualizer, BMW continua a stabilire nuovi standard di riferimento per il settore automobilistico. Gli addetti alla vendita ora possono far provare ai clienti la loro auto personalizzata anche quando quel preciso modello, con quelle specifiche caratteristiche, non è disponibile nello showroom. L’integrazione continua di questa tecnologia con i concessionari e gli strumenti di configurazione già esistenti aiutano a creare quella fluida esperienza multicanale che i clienti desiderano.

BMW
CONTENUTI SUGGERITI