Skip to main content Skip to Footer

ULTIME OPINIONI


Introdurre con successo il sistema BYOD nell’azienda

Scopri nel report di Accenture quali sono le sfide e i vantaggi del BYOD e come introdurre con successo questo sistema nell’azienda.

Introduzione

Negli ultimi 20 anni, la tecnologia si è profondamente evoluta: dall'interfaccia a riga di comando siamo passati ai menu a tendina, per poi arrivare ad app dall'aspetto semplice, ma che nascondono una grande complessità.

Di conseguenza, molte più persone sono a proprio agio nell'utilizzare la tecnologia rispetto al passato. Per l'IT delle aziende, questo significa soddisfare nuove esigenze da parte dei dipendenti, che si aspettano che le applicazioni aziendali riflettano la stessa semplicità di Facebook e Flickr (fenomeno noto come consumerizzazione del'IT). Questo significa anche soddisfare la necessità dei dipendenti di accedere ai dati aziendali senza avere con sé dispositivi mobile distinti, uno per il lavoro e uno per l'uso personale.

Il boom del BYOD (bring-your-own-device) si può far risalire a due tendenze convergenti: il desiderio dei dipendenti di poter essere accessibili a colleghi e clienti in un mondo sempre connesso e attraverso fusi orari diversi; e il desiderio di risparmiare sui costi evitando di duplicare dispositivi che il dipendente potrebbe già possedere. In un certo modo, la mobility ha risolto uno dei problemi più difficili nella distribuzione delle applicazioni: creare entusiasmo presso gli utenti.

Unendo l'interesse degli utenti alla conoscenza del business da parte dell'IT e alle conoscenze di Accenture degli strumenti e delle tecnologie, le aziende possono stabilire le fondamenta per una strategia di mobility basata sull'iniziativa e sulla rapidità di risposta.

Background

Secondo un rapporto dell'associazione dell'industria wireless CTIA, nell'ottobre 2011 il numero delle connessioni wireless negli Stati Uniti ha superato, per la prima volta, il numero degli abitanti del Paese. In un Paese di 315,5 milioni di abitanti, il numero delle connessioni era di 322,9 milioni. Rispetto all'anno precedente, il numero di tablet e laptop abilitati al wireless è aumentato del 17%, da 12,9 milioni a 15,2 milioni, mentre il numero dei dispositivi con connessione a Internet (per esempio gli smartphone) è aumentato solo del 5%, da 264,5 milioni a 278,3 milioni.

La capacità di ricevere e condividere informazioni ovunque e in qualsiasi momento è diventata parte integrante della vita del ventunesimo secolo, sia in ambito personale sia professionale.

Questo non è accaduto improvvisamente e rappresenta la confluenza di molteplici tendenze tecnologiche: tra queste, miniaturizzazione dei componenti, tecnologia wireless e connessione ai social network e al cloud.

Forse la più importante di queste tendenze è la facilità di utilizzo. Chiunque abbia visto un bambino piccolo giocare con un iPad® sa che i computer non intimidiscono più nessuno.

Analisi

Così come la mobility elimina i confini geografici, il BYOD elimina i limiti di tempo consentendo ai dipendenti non solo di essere produttivi al di fuori degli orari di lavoro (un grande vantaggio per l'azienda), ma anche di spostare gli impegni in base alle proprie esigenze: per esempio, possono andare alla partita di calcio dei propri figli nel pomeriggio e lavorare più tardi, alla sera (un grande vantaggio per il dipendente). La mobility apporta un vantaggio significativo alla produttività, ma, come per tutti i vantaggi, ci sono anche dei prezzi da pagare.

Indicazioni

I fabbricanti di dispositivi, i programmatori di software e le aziende come Accenture stanno lavorando per superare i maggiori inconvenienti del BYOD. In alcuni casi si tratta di soluzioni ad interim; altre sono soluzioni a lungo termine che potrebbero diventare standard nel settore. Le aziende che vogliono il vantaggio competitivo assegnato dalla mobility devono tenersi informate su queste soluzioni e integrarle nella propria strategia di mobility in atto.

Uno dei modi migliori in cui i CIO possono gestire con successo il fenomeno BYOD è avere iniziativa. Gli utenti porteranno i dispositivi mobile nell'organizzazione (come potrebbero aver fatto con i laptop anni fa). Essi richiederanno connettività e supporto. Al contrario di quanto potrebbe sembrare, i dipendenti vogliono essere più produttivi al lavoro.

Sta all'IT prepararsi per quando queste richieste inizieranno ad accumularsi, se non lo hanno già fatto. Quando l'IT comprende ed è in grado di accomodare le necessità tecnologiche degli utenti, soprattutto adesso che questi riconoscono il valore associato alla mobility, i risultati possono migliorare di gran lunga le relazioni tra l'IT stesso e le unità di business.