Skip to main content Skip to Footer

ULTIME RICERCHE


Una nuova era per il settore sanitario: il cloud computing trasforma lo scenario

INTRODUZIONE

Nell’ultimo anno, si è assistito a un aumento dell’interesse per il potenziale del Cloud Computing tra le aziende del settore sanitario. Questa tendenza ad accelerare la migrazione verso il Cloud rappresenta in modo chiaro un cambio di marcia nel modo in cui il settore si procurerà gli strumenti informatici (IT) in futuro.

Quando le aziende considerano opportunità e rischi potenziali, possono star certe che la concorrenza stia valutando soluzioni analoghe e, in molti casi, si stia attivando rapidamente per adottarle. Nel giro di qualche anno, chi non riuscirà a muoversi in fretta per afferrare l'opportunità del Cloud dovrà affrontare la perdita della propria competitività, che potrebbe tradursi velocemente in una perdita di clienti e di quote di mercato.

In breve, la migrazione del settore sanitario verso il Cloud è inevitabile, spinta da un mix irrefrenabile di realtà competitive e richieste dei pazienti. Come in ogni grande cambiamento aziendale o tecnologico, i primi a muoversi tendono ad aggiudicarsi la fetta di vantaggi più grossa. È ora che le aziende del settore sanitario adottino il Cloud Computing e massimizzino il cambiamento in modo che lo scenario, quando cambierà, lo faccia a loro favore.

Scopri di più sui nostri servizi di strategia del Cloud.

Background

Nel settore sanitario, le infrastrutture e i sistemi tecnologici sono tradizionalmente molto frammentati a tutti i livelli. La maggior parte viene gestita internamente con potenti firewall, il che riflette una combinazione tra sviluppo graduale su misura e preoccupazione per la sicurezza dei dati.

In questo momento il settore sta imparando da altri, come per esempio dal settore dei servizi finanziari, in che modo sfruttare i vantaggi del Cloud in termini di costi e rapidità senza compromettere la sicurezza dei dati. L’esperienza stessa di Accenture mette in evidenza quanto segue: attualmente stiamo effettuando un numero significativo di valutazioni del Cloud nel settore, con molte aziende pronte a spostare applicazioni relative alla sanità verso le piattaforme Cloud nei prossimi mesi.

ANALISI

Nel mondo, gran parte delle infrastrutture fondamentali del settore sanitario è inesistente o ha mancanza di investimenti, spesso perché finanziate da budget statali limitati. Il risultato è un bisogno urgente e sempre più grande di rinnovamento tecnologico, che il Cloud potrebbe concretizzare senza spese iniziali enormi.

Questo sviluppo è incoraggiato anche dalla normativa vigente. Considerando la natura eterogenea, frammentata e altamente sparpagliata del settore sanitario e della catena del valore, l’effetto del Cloud Computing sulla sanità sarebbe amplificato dalla convergenza tra Cloud, Mobility e Analytics.

È grazie alla combinazione di questi tre elementi che emergeranno molti dei fattori maggiormente in grado di modificare lo scenario. Oltre a innescare un cambiamento nell’IT della sanità, la questione cruciale è se il Cloud Computing fungerà da modificatore permanente e pervasivo per ogni altro aspetto del settore sanitario, tra cui modelli operativi, offerta di servizi, capacità di collaborazione e, cosa più importante, servizi per gli utenti finali. Secondo noi, la risposta a tale domanda è un deciso “sì”.

Perché? Perché la sanità, su tutti i mercati e in ogni attività e intervento, sta diventando sempre più digitale, collaborativa, incentrata sui pazienti e basata su dati concreti.

PRINCIPALI CONSLUSIONI

Accenture ha individuato cinque modi in cui il Cloud Computing, unitamente alla Mobility e agli Analytics, cambierà lo scenario del settore sanitario:

  • creando l’agilità necessaria agli operatori del settore sanitario e agli assicuratori per rendere flessibili i propri modelli di business, collaborare con costi bassi e velocità sostenuta, soddisfare le variazioni delle normative e fornire ai pazienti servizi migliori
  • aiutando a garantire servizi sanitari continui e personalizzati in tutto il mondo, grazie a una condivisione dei dati onnipresente e sicura
  • spostando il luogo di trattamento dei disturbi cronici dall'ospedale o dalla clinica all'abitazione, fornendo migliore assistenza e comodità ai pazienti a un costo inferiore
  • sfruttando e analizzando i Big Data sanitari e non sanitari nel Cloud, compresi i social media, per migliorare la sanità pubblica tramite controllo preventivo del benessere e incoraggiamento di stili di vita più sani
  • trasformando l’accesso ai servizi sanitari nei mercati emergenti senza investire somme ingenti in veri e propri ospedali e centri clinici.

Col tempo, le attuali forme singole di Cloud Computing si evolveranno in un modello conosciuto come “Everything-as-a-Service” (o XaaS), in cui tutte le infrastrutture, i servizi e i processi vengono forniti dal Cloud.

INDICAZIONI

Man mano che la dimestichezza degli stakeholder della sanità con il Cloud aumenterà, essi intraprenderanno un viaggio verso un più intenso uso delle caratteristiche uniche del Cloud per ottenere maggiori vantaggi aziendali strategici. Accenture ha quindi creato una matrice di maturità per aiutare tali aziende a orientarsi meglio, a individuare le opportunità che si presentano e a pianificare i passi successivi più adeguati.

La nostra matrice suddivide la transizione verso il Cloud in quattro fasi principali:

  • Sperimentazione: concentrarsi sui risultati rapidi nelle aree funzionali di nicchia che si prestano ai vantaggi del Cloud, tra cui costi inferiori e tempi più rapidi per operare sul mercato.
  • Creazione delle fondamenta: allestire infrastrutture digitali di base per permettere una condivisione sicura dei dati tra gli stakeholder nell'ambito del continuum delle prestazioni.
  • Ottimizzazione: usare le informazioni ricavate dai dati per ottimizzare il flusso di lavoro clinico e personalizzare i piani sanitari.
  • Innovazione: abilitare nuovi modelli sanitari basati su una collaborazione continua tra i membri dei team sanitari e i pazienti.

Durante la transizione verso un futuro basato sul Cloud, le aziende sanitarie di tutte le dimensioni avranno bisogno di trovare nuovi modi per scegliere, procurarsi, fornire, gestire, integrare e approntare vari servizi Cloud e sistemi interni. Le loro esigenze saranno soddisfatte sempre di più dalla funzione IT interna o da un fornitore esterno che funge da broker dei servizi.

Per prepararsi al passaggio verso un ambiente ibrido basato sul Cloud e un modello con broker dei servizi, Accenture consiglia alle aziende di esaminare in modo olistico il loro intero sistema IT e di cercare dei modi per semplificarlo. Più un’azienda riesce a semplificare la propria architettura e i propri servizi IT, migliori sono le condizioni per la migrazione verso il Cloud. Questo potrebbe significare virtualizzare le infrastrutture come primo passo e abbandonare le applicazioni in eccesso o utilizzate raramente.

In generale, l’esperienza dimostra il valore del concetto di investire oggi per risparmiare domani, anziché occuparsi solo di tagliare i costi. Il che prevede di investire nell’architettura, negli strumenti e nella governance per sfruttare appieno i vantaggi del Cloud Computing anticipando il passaggio a un modello cloud-broker.