Skip to main content Skip to Footer

ULTIME RICERCHE


Uniti nella blockchain

Come le banche stanno costruendo una rete globale di pagamento in tempo reale

Introduzione

Uno degli argomenti più discussi oggi nel settore dei servizi finanziari è la tecnologia blockchain. Una volta implementata, permetterà alle banche di elaborare più rapidamente e con maggiore accuratezza i pagamenti, riducendo al contempo costi operativi e gestione delle eccezioni.

Tuttavia, per sfruttare questo potenziale, le banche hanno bisogno di costruire l'infrastruttura necessaria per operare su una vera rete globale, che possa quindi permettere l’utilizzo di soluzioni efficaci basate su questa tecnologia trasformativa.

Una nostra recente indagine ha rivelato infatti che l'uso della tecnologia blockchain è il principale punto in agenda fra i top executive bancari responsabili dell’area pagamenti. Cosa forse più importante, l'indagine ha fatto emergere un comune punto di vista dei dirigenti su cosa debba accadere per permettere alla tecnologia blockchain di consolidarsi finalmente come soluzione globale.

Abbiamo intervistato trentadue professionisti del settore bancario in ambito commerciale per conoscere il loro punto di vista sul potenziale della tecnologia blockchain e più in generale delle soluzioni DLT (“distributed ledger technologies”).

L'interesse per la blockchain è forte

Le banche sono sicuramente molto interessate alla tecnologia blockchain. Tuttavia, la maggioranza delle banche coinvolte nell’indagine sono ancora nelle prime fasi di sviluppo: circa tre su quattro hanno lanciato attività prototipali (“proof-of-concept”), le rimanenti si trovano in una fase preliminare di definizione della loro strategia blockchain o hanno appena cominciato a esaminarne le potenzialità e opportunità.

I casi d'uso di maggiore interesse nel settore bancario riguardano i bonifici esteri intragruppo. Rimesse transfrontaliere, pagamenti corporate e bonifici esteri interbancari stanno ricevendo comparativamente meno attenzione. Ma, indipendentemente da dove si stia ipotizzando di poter applicare con successo questa tecnologia, gli executive degli Istituti di Credito si aspettano ampi e diffenziati benefici: minori costi operativi, maggiore velocità, meno errori e nuove opportunità di ricavo.

Nove dirigenti su dieci hanno dichiarato che loro banca sta attualmente esplorando l'utilizzo della tecnologia blockchain.

È tutta una questione di rete

Una rete globale è fondamentale per permettere alle banche di utilizzare efficacemente la tecnologia blockchain, permettere di trasformare i pagamenti su larga scala e ridurre il rischio di insuccesso.

Una rete efficace deve avere due caratteristiche distintive:

  1. Prevedere diritti, obblighi, controlli e gli standard necessari al suo funzionamento

  2. Offrire un rapido ed efficiente processo di adesione per i nuovi utilizzatori, consentendo alle banche di connettersi semplicemente ("plug and play") sia ai canali esistenti che a quelli futuri ancora da sviluppare

Cosa importante, molti executive hanno anche evidenziato come la rete non debba ridursi a un 'club esclusivo’. "La rete dovrebbe essere aperta e permettere sia alle banche che ai player non finanziari di operare alla pari”, ha affermato un executive di un gruppo bancario globale.

Serve ancora molto lavoro per definire le regole di adesione e contribuire a creare le basi della rete, al fine di permettere alle banche di superare la fase di discussione sulla tecnologia e cominciare a esplorarne efficacemente l'uso al fine di migliorare il loro business.

Indipendentemente da chi creerà e gestirà l’infrastruttura, le banche già concordano sul fatto che la tecnologia blockchain avrà bisogno di una solida rete per avere successo.

Altri fattori critici di successo

La rete è un fattore critico di successo per l’utilizzo efficace della tecnologia blockchain, ma non è l'unico. Un secondo importante fattore è la generazione di una massa critica di esperti/ professionisti che supportino l'implementazione e l’integrazione della tecnologia blockchain, un tema ritenuto complicato da circa la metà delle banche che abbiamo intervistato. La sicurezza è un altro motivo per cui le banche potrebbero essere riluttanti ad abbracciare questa tecnologia.

Al di là di questi fattori, vi è qualcosa di ancor più fondamentale: la necessità di educare gli stakeholder chiave all'interno dell'organizzazione sugli enormi potenziali benefici e impatti positivi ottenibili tramite l’adozione della tecnologia blockchain.

Gli executive hanno infine affermato che, per applicare con successo questa tecnologia ai pagamenti, sarà necessario promuovere un nuovo e forte coordinamento tra tutte le banche, fondamentale per la generazione dell’effetto di rete che rende la tecnologia blockchain così interessante.

Un futuro molto promettente

La tecnologia blockchain, e più in generale le soluzioni DLT, avranno un futuro radioso. In qualità di piattaforme real-time, open source e affidabili che trasmettono in modo sicuro dati e valori, possono aiutare le banche non solo a ridurre il costo di elaborazione dei pagamenti, ma anche a creare nuovi prodotti e servizi in grado di generare nuove importanti fonti di ricavi.

Il fattore principale per trasformare in realtà il potenziale della tecnologia blockchain è la collaborazione tra le banche per creare la rete necessaria a sostenere soluzioni di pagamento globali. Le banche devono concentrarsi su un quadro più ampio e lavorare, in collaborazione con i player non finanziari, per costruire questa spina dorsale che in futuro sosterrà un sistema di pagamenti universale, onnipresente e universalmente accettato, e che trasformerà il modo con cui le banche eseguono le transazioni.

Come ha commentato uno degli executive intervistati: "la tecnologia funzionerà solo se tutti la adotteranno. Non può che essere tutto, o niente".