Skip to main content Skip to Footer

CORPORATE CITIZENSHIP


Skills to Succeed – I progetti in Italia

Anche in Italia, Accenture è impegnata in numerosi progetti di Responsabilità Sociale d'Impresa.

Introduzione

In Italia Accenture si impegna al fianco di vari enti e organizzazioni per realizzare progetti di formazione: un lavoro di squadra finalizzato a sviluppare e costruire professionalità all’avanguardia.
Job Stations
Palestra delle Professioni Digitali

JOB - JOB OPPORTUNITY BUILDER

Favorire il supporto e l’inclusione sociale delle persone in situazioni difficili o di crisi è uno degli obiettivi dell’Associazione Italiana della Croce Rossa (CRI). Accenture ha disegnato e sviluppato un progetto di formazione in collaborazione con Croce Rossa Italiana, un ente di diritto pubblico non economico con prerogative di carattere internazionale, che ha come scopo l’assistenza sanitaria e sociale.


LA SFIDA

Formare alla professione di “Assistente Familiare” e “Babysitter” persone indigenti ed emarginate, a oggi disoccupate, e di diversa nazionalità.


LA SOLUZIONE

“JOBForFamily” - prima offerta formativa* di CRI realizzata nell’Area Famiglia che prevede:

  • 150 ore di formazione (75 in aula e 75 di tirocinio) come Assistente Familiare per l’acquisizione di competenze di base necessarie allo svolgimento di un ruolo di sostegno in problematiche socio-psicologiche e implicazioni sanitarie della persona non autosufficiente

  • 250 ore di formazione (100 in aula e 150 di tirocinio) come Babysitter per l’acquisizione di competenze di base necessarie allo svolgimento di un ruolo di assistenza, cura e intrattenimento del bambino


IL RISULTATO

Dal 2014 a oggi:

  • 34 partecipanti di diverse nazionalità

  • 60% dei formati occupato


*Nell’ambito della collaborazione con CRI, il piano di formazione prevede diversi corsi, come quello
di “Babysitter” attualmente in svolgimento a Codogno, e di “Assistente Familiare” in avvio a Padova, Salerno, Arona, Trofarello e Savona.



Per maggiori informazioni: www.cri.it

ABC DIGITAL

Il progetto punta a concorrere significativamente alla riduzione del Digital Divide sul territorio italiano, estendendo il mercato degli utilizzatori di servizi online per favorire il passaggio delle attività e dei servizi pubblici e privati al web. Il progetto è sostenuto da una partneship composta da aziende, associazioni e istituzioni. Accenture ha avuto e continua ad avere in questa terza edizione un ruolo strategico all’interno del gruppo degli Stakeholder, assumendo la responsabilità del Program Management dell’iniziativa e mettendo a disposizione i propri professionisti come formatori e tutor per i giovani.


LA SFIDA

Divulgare e diffondere la cultura digitale e la conoscenza e l’uso dei suoi strumenti con un approccio semplice e un linguaggio non tecnico rivolto ai cittadini non nativi digitali sul territorio nazionale, realizzato con il coinvolgimento dei giovani anche fuori dal contesto scolastico. 


LA SOLUZIONE

Diffusione della cultura del digitale, per acquisire:

  • Centralità in un percorso di utilità sociale, valorizzando le competenze di giovani nativi digitali

  • Esperienza professionale e competenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro, partecipando a percorsi formativi di volontariato o in alternanza scuola-lavoro, che si avvalgono delle competenze tecniche e del tutoraggio delle imprese in partnership


IL RISULTATO

Nelle prime due edizioni, dal 2014 a oggi: 

  • 35 adesioni di istituti scolastici superiori al programma 

  • 1838 giovani coinvolti

  • 287 corsi erogati per oltre 4000 Over 60

  • 3559 ore in aula per gli Over 60 



Per maggiori informazioni: www.abc-digital.org

DEPLOY YOUR TALENTS

Il Progetto “Deploy your Talents - Stepping up the STEM (Science, Technology, Engineering & Mathematics) agenda for Europe” si inserisce nella campagna europea Skills for Jobs creata da CSR Europe e promossa dalla Commissione Europea per individuare strumenti e soluzioni con cui affrontare efficacemente le sfide dell’occupabilità. A ottobre 2014 Fondazione Sodalitas, partner italiano di CSR Europe dal 1995, è stata incaricata di coinvolgere le imprese italiane e valorizzare le eccellenze nazionali.


LA SFIDA

Rilanciare gli studi delle discipline tecnico-scientifiche superando anche gli stereotipi di genere, per aumentare le probabilità di occupazione giovanile al termine del percorso di studi.


LA SOLUZIONE

Deploy your Talents campagna per l’occupazione cui Accenture ha partecipato nel 2015, che prevede:

  • Partnership scuola-impresa per favorire l’occupazione

  • Volontariato Aziendale Retribuito offerto ai dipendenti, che hanno messo a disposizione le proprie competenze per orientare gli studenti di un istituto superiore di Milano alle discipline tecnico-scientifiche


IL RISULTATO

Dal 2014 a oggi:

  • 5.000 adesioni di imprese europee al programma Skills for Jobs

  • 12 imprese e 12 istituti scolastici in Italia

  • 61 studenti formati da Accenture Italia



Deploy your Talents

Per maggiori informazioni: www.sodalitas.it/deploy-your-talents

JOB STATIONS

Il disagio psichico è una delle principali cause di assenza dai luoghi di lavoro e la cattiva gestione di questo problema genera ricadute di forte impatto su tutta la società. I disabili occupati in Italia sono meno del 18%, quelli con difficoltà psichiche solo l’1,5%. Accenture e Fondazione Italiana Accenture hanno creato un progetto di integrazione lavorativa in collaborazione con Associazione Progetto Itaca, un’associazione Non Profit che sostiene iniziative di informazione, prevenzione, solidarietà e assistenza rivolte a persone con disagio, e di sostegno alle loro famiglie. Il successo riscosso dall’iniziativa ha portato nel 2014 all’individuazione di una nuova associazione entrata a far parte del progetto, la Fondazione Gaetano Bertini Malgarini.


LA SFIDA

Trasformare una storia di disagio in risorsa per l’individuo, integrando persone con disagio psichico in un contesto lavorativo adatto; per la collettività, sviluppando condizioni concrete per una maggior inclusione; per l’azienda, rispondendo a obblighi di legge e promuovendo la responsabilità sociale.


LA SOLUZIONE

Job Stations - centro di telelavoro assistito per persone con disagio psichico. A disposizione delle aziende, che:

  • Assumono il telelavoratore e lo computano nella quota d’obbligo ex lege 68/99

  • Inviano il telelavoratore presso Job Stations

  • Accedono agli incentivi e facilitazioni previste dalla normativa

Gestito da tutor lavorativi esperti, che:

  • Individuano la risorsa in base alle richieste delle aziende

  • Si preparano sul tipo di mansione che svolgerà il telelavoratore

  • Formano il telelavoratore

  • Assicurano all’azienda la qualità e il volume del lavoro svolto


IL RISULTATO

Dal 2012 a oggi:

  • 60 persone formate tra Milano e Roma

  • 29 persone inserite nel mondo del lavoro

  • 9 aziende coinvolte

  • 3 Job Stations aperte in Italia



Per maggiori informazioni: http://www.jobstations.it/

JOB LAB




Job Lab
è il progetto di Alternanza Scuola - Lavoro disegnato da Accenture, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con l’obiettivo di contribuire a integrare la proposta formativa dell’ultimo biennio delle scuole superiori (Licei e Istituti Tecnici). Questo progetto rappresenta per i più giovani l’opportunità di vivere un’esperienza formativa tramite la quale venire in contatto con il mondo aziendale e approfondire oggi, le competenze e le passioni che li aiuteranno a trovare lavoro domani.

Con Job Lab, Accenture partecipa all’iniziativa “I Campioni dell’Alternanza” promosso dal MIUR.


LA SFIDA

Concorrere in modo coerente, concreto, misurabile e sostenibile a ridurre la disoccupazione dei giovani, indirizzandoli alle professioni di mercato e agendo sul mismatch di competenze.

 

LA SOLUZIONE

Formare 300 studenti a competenze soft (di comunicazione efficace, di problem solving e di collaborazione in team), a competenze tecnico-specialistiche (quali lo sviluppo di un business plan, l’ideazione e creazione di applicazioni mobile e la gestione di programmi complessi) e ad affrontare con successo l’ingresso nel mondo del lavoro (orientandoli verso le competenze più richieste dal mercato, individuando i giusti canali per cercare lavoro, componendo un curriculum vitae efficace e affrontando al meglio il colloquio di assunzione).

 

IL RISULTATO

  • 300 studenti da formare
  • 10 giorni – durata percorsi di alternanza
  • 80 ore di formazione
  • 6 città: Milano, Torino, Verona, Roma, Napoli e Cagliari

PALESTRA DELLE PROFESSIONI DIGITALI

La disoccupazione giovanile in Italia è pari al 41,9%, dato in parte dovuto a un disallineamento tra l’offerta formativa e la domanda del mercato e delle imprese. Studi di settore evidenziano l’urgenza occupazionale, in particolare per i laureati in materie umanistiche, e l’elevato potenziale occupazionale (anche con difficoltà di reperimento) nelle aree del Digital Marketing. Accenture ha ideato e sviluppato un progetto di formazione giovanile in collaborazione con vari partner progettuali, tra cui ProSpera, un’associazione senza fini di lucro che ha l’obiettivo di formare una classe dirigente fondata sui valori dell’impegno responsabile, della trasparenza e dell’onestà intellettuale.


LA SFIDA

Formare alle professioni digitali (Digital Marketing, Web Reputation Management e Web Revenue Management) una generazione di giovani disoccupati o inoccupati provenienti da tutta Italia, laureati prevalentemente in materie umanistiche.


LA SOLUZIONE

“Palestra delle Professioni digitali” - piano formativo articolato, che prevede: 

  • 120 ore di formazione in​​​​ aula erogate da professionisti di Accenture e di altre prestigiose aziende in collaborazione con docenti universitari;

  • 20 ore di rapid e-learning in inglese sui temi centrali del Digital Marketing attraverso l’uso di una Piattaforma LMS che gestisce anche i report di fruizione e la certificazione delle presenze in aula 60 ore dedicate a Project Work ed esercitazioni in team per praticare i concetti appresi

  • Testimonianze del top management di realtà aziendali leader,attraverso l’esame di casi reali pro digitalizzazione

  • 4/6 mesi di stage presso le imprese che hanno aderito al progetto


IL RISULTATO

Dal 2012 a oggi:

  • 232 giovani formati nelle 4 fasi del programma

  • >70% dei formati occupato nel settore del Digitale



Per maggiori informazioni: www.professionidigitali.it

NUVOLA ROSA

Il divario di genere nella cultura digitale ostacola il rapido accesso al mondo del lavoro da parte delle donne e un’equa presenza di genere nei diversi ambiti lavorativi. L’iniziativa “Nuvola Rosa” punta a ridurre significativamente questo divario, stimolando giovani studentesse a intraprendere percorsi tecnico-scientifici per un più rapido accesso al mondo del lavoro.

Microsoft, leader mondiale nel settore IT, ha promosso l’iniziativa Nuvola Rosa, un programma di formazione gratuita. Accenture ha messo a disposizione le competenze dei suoi dipendenti in qualità di Esperto di Tecnologia Digitale, Giurato delle Competizioni, Role Model (portando testimonianze di storie di successo in settori quali ICT, New Media, ecc.).


LA SFIDA

Colmare il divario di genere nel mondo dell’informatica tecnologica e favorire la presenza e l’affermarsi delle donne nell’industria, nell’economia, nella politica e nella vita sociale attiva.


LA SOLUZIONE

Programma di formazione gratuita su materie STEM – Science, Technology, Engineering & Mathematics – percorso formativo offerto a ragazze tra i 17 e i 24 anni su:

  • Tematiche digitali: Internet of Things, Gaming, App Developing, Cloud Computing e Cybersecurity

  • Sviluppo delle potenzialità personali: intelligenza emotiva, leadership al femminile, autostima, gestione dello stress


IL RISULTATO

Dal 2013 a oggi:

  • 3.100 adesioni di ragazze di varie nazioni all’iniziativa

  • 224 corsi di formazione tenuti da esperti di tecnologia digitale tra cui 10 dipendenti Accenture per l’edizione 2015

  • 26 Università italiane



Per maggiori informazioni: www.nuvolarosa.eu/it

SODALITAS CHALLENGE

Nell’ambito delle iniziative di Volontariato Aziendale Retribuito, nel 2014 Accenture ha preso parte al progetto Sodalitas Challenge, un concorso rivolto ai giovani titolari di idee imprenditoriali per il mercato del lavoro. È il concorso che Fondazione Sodalitas, in collaborazione con 42 imprese e 8 partner tecnici, ha pensato per i giovani italiani under 35, laureati o diplomati, senza lavoro o in possesso di un lavoro precario.


LA SFIDA

Raccogliere idee innovative, sostenibili e in grado di generare nuova occupazione.


LA SOLUZIONE

Formazione e coaching – percorso dedicato ai giovani, cui Accenture ha partecipato attraverso:

  • La propria Fondazione, Fondazione Italiana Accenture, che ha messo a disposizione le competenze e la sua piattaforma digitale ideaTRE60 per progettare e gestire il concorso per idee

  • Formazione ad hoc sui temi del Digital, offerta dai dipendenti Accenture insieme ad altre aziende partner, per l’acquisizione degli strumenti necessari a concretizzare le idee progettuali proposte


IL RISULTATO

Dal 2014 a oggi:

  • 279 giovani partecipanti

  • 75 giovani finalisti

  • 36 idee imprenditoriali finaliste



Sodalitas Challenge

Per maggiori informazioni: http://www.sodalitas.it/

SAN PATRIGNANO

La Comunità di San Patrignano accoglie le persone, in particolare giovani, dipendenti dalle droghe, e favorisce, attraverso percorsi educativi e riabilitativi, il loro riposizionamento sul mercato del lavoro.

Dal 2013 Accenture collabora con la Comunità per far evolvere la sua struttura organizzativa, allo scopo di aumentare la redditività del business e, in questo modo, incrementare il livello di indipendenza da contributi di privati e aziende, potenziando la sua capacità di autosostenersi.


LA SFIDA

Implementare interventi utili a migliorare la redditività e la produttività commerciale del business della Comunità.
Trasmettere competenze specifiche e professionali necessarie a facilitare il reinserimento nel mondo del lavoro.


LA SOLUZIONE

15 cantieri di intervento – operazione attivata in 4 fasi nei settori
dell’Agro-alimentare, Manutenzioni, Comunicazioni e IT, relativa a:

  • Automatizzazione dei processi e Revisione della struttura organizzativa (Revisione organizzazione Area IT, Comunicazioni, Arredo e Grafiche, Gestione Forza Vendita, Regalistica, ecc.)

  • 16 workshop di formazione (per un totale di circa 60 ore) sulle nuove procedure

  • Corsi sull’utilizzo di strumenti informatici (Excel, PowerPoint, Navision)


IL RISULTATO

Dal 2013 a oggi:

  • 135 giovani formati

  • Accresciuta capacità di reinserimento nel mondo del lavoro*

  • Aumento delle vendite

  • Riduzione del tempo speso in attività non-strategiche


* Impiego all’interno della Comunità, possibilità di trovare un lavoro coerente con le attività svolte durante il percorso, riduzione dei tempi di impiego al di fuori della Comunità.



Per maggiori informazioni: www.sanpatrignano.org