Skip to main content Skip to Footer

OPPORTUNITÀ DI CARRIERA


Le nostre persone:

Francesco

Nome

Francesco

Ruolo

Infrastructure Consulting Analyst

Collocazione

Italia

Area d'interesse

Operations Careers

Area professionale

Infrastructure

Università

Fisica delle Particelle Elementari - Università di Roma "La Sapienza"
In un'organizzazione, qualità e quantità sono nulla senza metodo e struttura.

Il mio lavoro

Lavoro come consulente su progetti di rinnovamento di infrastrutture tecnologiche per clienti enterprise, principalmente società di telecomunicazioni. Entrando nel merito tecnico delle soluzioni, spesso con l'obiettivo di supportare le scelte del cliente, ho sviluppato expertise nel campo delle tecnologie cloud. La mission della business unit cui appartengo è di guidare i clienti - sia cloud service provider che fruitori di servizi cloud - nella transizione verso il cloud e nell'adozione di modelli di Infrastruttura as-a-Service.

Mi sento legato ad Accenture per tanti motivi; ne racconto due. Primo: il calibro internazionale. La possibilità di lavorare per clienti in contesti internazionali – anche molto diversi da quello italiano. Sono queste, a mio avviso, le esperienze che arricchiscono maggiormente. Inoltre, il network globale di Accenture fa sì che si possa collaborare e ricevere supporto da colleghi di tutto il mondo. Secondo: la cura per le persone. Si percepisce una forte attenzione per l’individuo, specialmente da parte della leadership aziendale. Gli sforzi e l’impegno personale sono assolutamente ripagati in disponibilità e flessibilità in caso di necessità particolari o di problemi personali.

Contrariamente a quanto si possa pensare, molto spesso sei tu stesso a definire il tuo perimetro di azione in Accenture: se ne hai voglia, puoi assumere più responsabilità di quelle che competerebbero al tuo ruolo, ed usarle come chiave per la tua crescita professionale e personale. In Accenture, i nostri skill rappresentano per noi un mezzo o un’opportunità per acquisire self-confidence, e calibrarsi verso nuove sfide; è questo che rende più veloce la crescita, ed accomuna le persone di tutte le diverse aree di Accenture.

Attualmente mi occupo di supportare – come technical Project Management Office – il team nell’IT del cliente che ha la funzione di disegnare e progettare soluzioni infrastrutturali. L'aspetto più interessante del mio attuale ruolo è che oltre alla gestione e al coordinamento delle attività delle varie strutture del cliente (project management), il mio team fornisce anche un contributo tecnico di progettazione e di consulenza tecnologica. In altre parole, ci sono dentro sia struttura che contenuti.

Una mia giornata tipo

Il primissimo tassello della giornata consiste per me nel ricordare in quale sede del cliente o ufficio dovrò recarmi. Il passo successivo sarà capire dove sedermi una volta arrivato! La vita da consulente conferma che non dare nulla per scontato aiuta ad essere sempre concentrati, e questo è un aspetto che a me piace molto. Una volta seduto, mi ricordo del motto “Client First”, e quindi del primo vero obiettivo della giornata: parlare con le persone del cliente – che si tratti del management o di figure più operative – affinché le loro priorità siano chiare in primo luogo a loro (parlare con il cliente serve anche a questo!), e poi a me. Solo così potrò impostare correttamente le priorità della mia giornata, e di guidare quelle dei colleghi più giovani. Lavorare in sinergia con un team fa davvero la differenza: stima e rispetto sono il vero ingrediente per il funzionamento quotidiano, insieme alla disponibilità nel supportarsi reciprocamente e alla voglia di imparare da colleghi con più o meno esperienza.

Fuori dall’ufficio

Il mio sport preferito è lo sci alpino, anche solo una giornata o un weekend di sci sull’Appennino può rendermi felice, ed appagare una stagione invernale.

Amo viaggiare in moto, provare l’emozione della velocità, ma con la dovuta prudenza.

Nel weekend amo uscire con gli amici; la chiave del divertimento sta nella giusta compagnia, e io sono molto soddisfatto di quella delle persone della mia vita.

Il mio consiglio

In Accenture è molto importante dimostrarsi persone affidabili, oltre che farsi conoscere per quello che si è realmente: è solo essendo noi stessi che possiamo portare le nostre qualità al servizio di un gruppo di lavoro o di un’organizzazione cliente. Ad un new joiner, consiglierei, in primo luogo, di non aver fretta di identificare l’azienda con la prima esperienza progettuale, ma inizialmente solo di impegnarsi per mostrare il proprio valore nel team. Una volta trovato un punto stabile, gli suggerirei di esplorarne i dintorni, tenendo conto dell’importanza di non rimanere confinati ad una comfort zone.