BLOG


Accenture Italia
March 05, 2021

L’insegna sulla nuova sede di Via Bonnet a Milano: primo traguardo del programma “Forward Building”

A partire dal 2019, Accenture in Italia ha intrapreso un importante programma di rivisitazione dei propri spazi e di arricchimento dell’esperienza professionale.

Un investimento che vedrà, entro il 2022, nascere i nuovi Forward Building: spazi che abilitano nuovi modelli di lavoro e collaborazione, basati sulle mutate esigenze delle persone e su uno scenario profondamente diverso dal passato.

Il primo traguardo di questo percorso è il posizionamento della nostra insegna sulla facciata del palazzo milanese di Via Bonnet. La nuova sede, ubicata nel cuore del Porta Nuova Business District e a pochi passi da Corso Como, è una torre di 20 piani, con una superficie totale di circa 15.000 metri quadrati, rivisitato secondo i più moderni criteri di sostenibilità e con un’attenzione particolare alla sicurezza di chi lo occuperà.

Gli spazi prevederanno ampie aree per la co-creazione e la collaborazione: zone per meeting informali, ambienti creativi e centri esperienziali dove immergersi nelle nuove tecnologie e ospitare sessioni di brainstorming e design thinking.

L’ingresso dei dipendenti nella nuova sede di Via Bonnet a Milano sarà graduale e avverrà nel rispetto delle norme sanitarie vigenti e secondo i protocolli Covid messi a punto dall’azienda.

Il Corporate Center di via Bonnet a Milano è uno dei tre progetti chiave del nostro programma Forward Building. Dopo la sua apertura prevista entro l’estate, sarà infatti la volta del Forward Hub di Roma Sciangai e di quello di Milanofiori Nord, pronti rispettivamente nell’autunno 2021 e durante la primavera del 2022. Inoltre, sono già state realizzate e seguiranno ulteriori azioni mirate sulle altre sedi italiane di Accenture, per promuovere un’esperienza coerente su tutto il territorio nazionale.

Francesca Patellani, Geographic Services Director di Accenture Italia:
“Oggi celebriamo il primo, importante traguardo di un programma dedicato all’arricchimento dell’esperienza di lavoro delle nostre persone, confermato anche in questa particolare congiuntura. I nostri nuovi Forward Building capitalizzano quanto vissuto in questi mesi, puntando sulla combinazione tra un modello di lavoro altamente flessibile e un luogo fisico che riafferma la propria rilevanza nella vita personale e professionale delle nostre persone e di tutti coloro che lo frequenteranno. Un posto dove favorire l’aggregazione tra i diversi team, alimentare il senso di appartenenza dei nostri talenti e stimolare la progettazione di soluzioni innovative al fianco dei nostri clienti. Siamo felici che la prima tappa veda protagonista proprio la città di Milano, tra le prime ad essere colpite dalla pandemia e fortemente desiderosa di ripartire”.