BLOG


Cristina Caridi
Accenture Technology Consultant
July 15, 2020

IN GIAPPONE HO TROVATO GLI STIMOLI PER CAMBIARE, IN ACCENTURE L’OPPORTUNITÀ PEFETTA


Nel corso della mia carriera ho avuto l’opportunità di vivere per cinque mesi tra Tokyo e Yokohama, impegnata in un progetto di ricerca sulle tecnologie mobili. Il primo impatto con il Giappone è stato fortissimo: non conoscevo la lingua e i costumi, vivevo da sola in un tipico mini appartamento e dovevo confrontarmi con una cultura del lavoro completamente diversa. Ero un po’ spaventata, ma ho capito anche che era il momento giusto per mettermi alla prova, per dimostrare agli altri, ma soprattutto a me stessa, che ce la potevo fare. In poco tempo mi sono ambientata benissimo, grazie anche al gruppo di colleghi internazionali con i quali ho passato innumerevoli serate al karaoke e visitato le tante meraviglie del Giappone. Mi sono immersa nella spiritualità dei templi buddisti, lasciata trasportare dalla frenesia di Tokyo e innamorata della pace e del silenzio dei santuari di Kamakura. Insomma, un’esperienza da sogno, determinante per capire quale sarebbe stato il mio futuro.

Con Accenture alla scoperta del cloud

Al rientro in Italia ero piena di energia, sogni e aspettative e sentivo di aver bisogno di più stimoli. Avevo le idee chiare su quale svolta desideravo per la mia carriera. Cercavo uno slancio internazionale, l’affiatamento di un team consolidato e, soprattutto, un lavoro che portasse le mie competenze più nel cuore del business delle aziende. L’insieme di queste esigenze mi ha portata in Accenture. Avevo poi individuato il Cloud e le sue applicazioni come un aspetto che mi interessava approfondire e quindi, anche professionalmente, questo era il posto giusto per crescere.

Gioco di squadra e tecnologia, nel cuore dell’Industrial Internet of Things

La differenza di contesto è stata subito evidente. In azienda ci viene chiesto di pensare in grande, liberando la nostra creatività con tecnologie stimolanti e a stretto contatto con il cliente. La mia curiosità per il Cloud è diventata una solida competenza, e ho potuto accompagnare grandi aziende in un vero e proprio percorso di trasformazione digitale del business grazie a una Cloud Migration veramente smart. Ora lavoro come Consultant e mi occupo di un progetto di Industrial Internet of Things per un’importante società in ambito Resources. Con il mio team realizziamo il design di intere architetture di rete, curandone anche l’automazione e il monitoring. Lavoriamo sull’implementazione di soluzioni industriali intelligenti, sempre in un rapporto di stretta collaborazione con l’azienda cliente, curando progetti per la realizzazione di piattaforma IIoT con tecnologie software-defined, su Cloud in modalità ibrida e avvalendoci di sensoristica wireless industriale.

Quella marcia in più

La passione per le materie scientifiche e informatiche si è tradotta in un presente gratificante. Se prima potevo sentirmi un’eccezione, in ambiti erroneamente percepite come prevalentemente maschili, in Accenture ho trovato un ambiente che attrae e valorizza tantissimi talenti al femminile. E, dopo l’esperienza in Giappone, so cogliere e apprezzare ancora di più questo scambio così ricco di punti di vista, di culture e di esperienze. Quel viaggio è stato un punto di svolta capace di aprire i miei orizzonti e di scoprire nuovi lati di me. Come il piacere e il valore del silenzio, che ora mi godo nelle lunghe passeggiate nella natura.

Vorresti anche tu sviluppare la tua carriera in ambito Cloud? Scopri le opportunità offerte da Accenture Technology:

ServiceNow Expert [Online/PhoneRecruitment]